Tempo di scelta, tempo di ISCRIZIONI! Non restare fuori!

Dal 7 gennaio al 31 gennaio tutti i giovani frequentanti il terzo anno della scuola media sono chiamati a scegliere il loro futuro percorso scolastico.

Il nostro Centro di Formazione Professionale come tutti i centri di formazione CNOS FAP della Regione propone a tutti i giovani in uscita dalla terza media diversi appuntamenti di “Porte Aperte” per aiutare a prendere questa importante scelta.

Le famiglie e i giovani che lo desiderano potranno visitare il nostro centro di formazione ed incontrare formatori e allievi che presenteranno i corsi proposti il giorno 11 gennaio 2020 dalle ore 8.00 alle ore 13.00, con la possibilità di partecipare a visite guidate ogni ora dalle 8.30 alle 11.30.

Nel prossimo anno formativo Il CNOS FAP di San Benigno propone i seguenti percorsi formativi:

  1. Operatore della RISTORAZIONE: preparazione degli alimenti e allestimento piatti
  2. Operatore della RISTORAZIONE: allestimento sala e somministrazione piatti e bevande
  3. Operatore ELETTRICO: installazione/manutenzione di impianti elettrici industriali e del terziario
  4. Operatore TERMOIDRAULICO
  5. Operatore MECCANICO: lavorazione e montaggio componenti meccaniche
  6. Operatore del BENESSERE: erogazione trattamenti di acconciatura

 

Tutti i percorsi hanno durata triennale per complessive 2970 ore, 990 ore annue e consentiranno il raggiungimento della Qualifica professionale. Raggiunta la qualifica sarà possibile, dopo la frequenza di un quarto anno, acquisire il diploma professionale che è un diploma a tutti gli effetti e che consente l’ammissione ai percorsi universitari previa la frequenza di un quinto anno propedeutico all’Università. Chi non intendesse proseguire il proprio percorso formativo nei corsi che rilasciano diploma professionale potranno proseguire nella scuola nei percorsi scolastici tradizionali per raggiungere il diploma ovvero stipulare un regolare contratto di lavoro.

In ogni momento del percorso gli allievi potranno passare, ove lo desiderassero, ai percorsi di istruzione tradizionale in quanto la formazione erogata nei corsi di formazione professionale è, nei contenuti, identica a quella erogata nei corsi tradizionali, la differenza consiste nella metodologia con cui si raggiungono queste competenze che nei nostri percorsi presuppongono di partire sempre da un approccio pratico.

Ogni percorso formativo prevede una forte componente pratica in quanto almeno il 50% delle ore di ciascun corso sono relative a discipline professionali. Di questo monte ore pratico un numero molto consistente di ore si svolge nei laboratori attrezzati con le tecnologie più all’avanguardia. A questa caratteristica peculiare della formazione professionale si accompagna la presenza in ciascun corso di un modulo di stage che porterà gli allievi per circa due mesi dentro le imprese, generalmente al terzo anno, consentendo di acquisire una forte competenza operativa.

Genitori e allievi si trovano davanti ad una scelta impegnativa. La scelta del futuro è una scelta che richiede coraggio e speranza. Il nostro Centro vi aspetta per accompagnarvi a comprendere un po’ di più sulla formazione professionale e sulle opportunità che offre.

Segnaliamo che in caso di iscrizioni in eccedenza, i candidati verranno accettati secondo le seguenti priorità:

  • ETÀ ANAGRAFICA: nati dal 1 gennaio 2006 con percorso regolare di studi
  • CONTATTO DELLA FAMIGLIA CON IL CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE: che si concretizza con la preiscrizione in segreteria didattica
  • DISTANZA GEOGRAFICA DAL CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE: priorità a chi abita più vicino.

La nostra segreteria didattica è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 15.00. Inoltre il personale di segreteria sarà disponibile per le preiscrizioni anche durante i momenti di Open Day.

Manca poco al 31 gennaio: affrettati!

Serata Natalizia 2019

Come da tradizione, anche quest’anno ci siamo regalati una serata per scambiarci gli auguri di Natale! Nonostante il maltempo, è stato un momento magico!
Martedì 17 dicembre, dalle ore 18.00, il nostro cortile e il salone cappellina dell’Istituto Salesiano sono stati letteralmente invasi da allievi con le loro famiglie, ex allievi, formatori e amici del nostro centro!
Come sempre il settore ristorazione si è dato da fare preparando un villaggio gastronomico che ha soddisfatto tutti, il settore energia si è occupato dell’illuminazione e gli altri settori hanno collaborato nell’allestimento di giochi e decorazioni.
 
Gli ingredienti sono semplici ma vincenti: voglia di stare insieme, canti natalizi, borse di studio (bravi ai vincitori!). Ringraziamo per le borse di studio il ristorante Gli Imbianchini di Torino, il Sig. Castagna (ex allievo e obiettore di coscienza), e nostri cari colleghi andati in pensione quest’anno (Bellezza, Cena, Monetta e Tavella) che hanno voluto festeggiare la loro pensione aiutando premiando alcuni ragazzi: Grazie!
Inoltre ci sono state altre due novità quest’anno…

Lo SFIDONE NATALIZIO: tutti i corsi si sono sfidati in piccoli giochi a punti durante l’evento, con l’obiettivo di raccoglierne il più possibile per vincere un ambito premio…il biglietto per GARDLAND! Il piatto forte, che ha portato in dote un sacco di punti, era la sfida al QUIZ dell’EREDITA’! Complimenti alla Terza Cucina B (con Mattia e Martina come rappresentanti) che hanno vinto il Quiz (senza indovinare la parola alla ghigliottina purtroppo). Ma alla fine, contro ogni previsione, sono stati i ragazzi della Seconda Cucina A a vincere lo SFIDONE NATALIZIO: Bravi! Ci vediamo a Gardaland!
 
Ma ancora più importante e bello è stato il magico momento vissuto nel Salone Cappellina, preparato ad arte dal Coro della scuola con alcuni aiutanti extra, che hanno inscenato un Presepio Vivente con la volontà di ricordarci quale sia il vero senso di questa serata: ringraziare con Gioia per un grande dono ricevuto, Gesù Cristo nostro Signore che nasce per noi.
Ancora tanti auguri di Buon Natale e di Buon Inizio di Anno Nuovo da tutti noi.

Buon Natale!

Dal Direttore dell’Opera Salesiana Don Riccardo,
da tutta la Comunità Salesiana,
dal Direttore di Centro Carlo Vallero,
da tutti i formatori, operatori di segreteria e collaboratori,

Un sincero augurio di un Santo Natale a tutti i nostri allievi ed ex allievi, le loro famiglie e i simpatizzanti.

Il Signore vi doni serenità e gioia!

E’ stato un 2019 faticoso ma ricco di soddisfazioni,
siamo certi che il 2020 ce ne regalerà ancora di più!

Cogliamo l’occasione per informarvi che la Segreteria Didattica chiuderà al pubblico alle ore 15.00 di oggi, 20 dicembre 2019, e riaprirà il 7 gennaio 2020.

Tanti auguri di Buon Natale e felice anno nuovo!

SERATA SCAMBIO DI AUGURI NATALIZI 2019

Siamo già nella seconda settimana di Avvento, significa che il nostro percorso verso Natale è quasi a metà, ed è ora di darci un appuntamento al quale siamo molto affezionati: la serata di Scambio di Auguri Natalizi!
 
Martedì 17 Dicembre 2019, dalle 18 alle 20, una serata per allievi e famiglie, formatori ed ex allievi, per ricordarci il vero senso del Natale e passare del tempo in allegria e gioia!
 
Gli ingredienti:
Villaggio Gastronomico (di seguito trovate il menù pensato dai nostri chef)
Coro Natalizio
Il Santo Presepe
Giochi da fare in allegria con la propria famiglia (e raccogliere punti per le varie classi per aggiudicarsi il cesto natalizio!)
Save the date!
Vi aspettiamo! 

Dicono di noi: LA STAMPA 2 dicembre 2019

Riportiamo di seguito il link al sito de LA STAMPA dove trovate un articolo sull’evento del 1 dicembre “Noi insieme: Natale 2019”: un pranzo di beneficenza per famiglie disagiate organizzato dal gruppo Banca Intesa San Paolo. In quell’occasione è stata richiesta la nostra collaborazione e 30 ragazzi del corso di Sala Bar hanno gestito il servizio in sala coordinati dalle loro formatrici Todaro e Obialero.

Una bella occasione per fare esperienza pratica nella realtà del mondo e andare incontro ai nostri fratelli più poveri.

Clicca qui per andare all’articolo sul sito de LA STAMPA

 

ORIENTAMENTO: Saloni a FAVRIA, BORGARO e IVREA

Mentre vi ricordiamo che domani mattina potete trovarci al Salone dell’Orientamento di Caluso, vi avvisiamo che la settimana prossima ci troverete in ben 3 saloni differenti!

Senza considerare l’Open Day del 16 novembre da noi… quanto fermento!

Vi aspettiamo per raccontarvi la nostra passione educativa!

SAN BENIGNO: PROGRAMMA ORIENTAMENTO

Le attività di orientamento per i ragazzi in uscita dalla scuola media sono già in pieno svolgimento: saloni dell’orientamento, scuole medie in visita presso il nostro centro, colloqui orientativi, visite presso gli istituti del territorio, open day.

Gli appuntamenti non sono pochi e per non perdersi nessuna possibilità vi proponiamo un piccolo riepilogo dei principali eventi.

OPEN DAY:

SALONI ORIENTAMENTO:

SCUOLE MEDIE IN VISITA:

Settimanalmente ricorderemo i vari appuntamenti!

Clicca qui per scaricare il pdf del riepilogo Programma Saloni

Clicca qui per scaricare il pdf del riepilogo Programma Scuole Medie in visita

Al via l’ORIENTAMENTO per l’A.F. 2020/2021

Con il mese di novembre si aprirà ufficialmente la stagione dell’Orientamento per aiutare e informare i ragazzi della terza media e le loro famiglie nella ardua scelta della scuola superiore.

Per incontrarci ci saranno 4 possibilità:

– Partecipare ad una o più date dei nostri 4 Open Day pensati in momenti diversi della settimana per dare più possibilità a tutte le famiglie di prendervi parte;
– Saremo presenti in decine di Saloni dell’Orientamento in tutto il Canavese, Ciriacese, Eporediese e nelle zone di Chivasso, Settimo T.se e Volpiano;
– Alcune scuole medie verranno in visita da noi per una mattinata di orientamento e laboratori pratici per una maggior consapevolezza nello scegliere la formazione professionale;
– Richiedere un colloquio con la nostra Orientatrice per visitare il nostro Centro e scegliere insieme la strada migliore.

Gli appuntamenti sono tanti perchè scegliere come investire gli anni della propria formazione è una scelta importante e difficile.

Di settimana in settimana informeremo le famiglie sui vari appuntamenti tramite la nostra pagina Facebook e il nostro sito.

Stay Tuned!

Concorso di Cucina TARTUFO D’ORO 2019

Il 22 ottobre 2019 si è svolto presso l’Istituto Alberghiero Giolitti di Mondovì il concorso di cucina TARTUFO D’ORO promosso e organizzato dall’Associazione Cuochi Provincia Granda. Il settore ristorazione del nostro centro di formazione professionale non si è lasciato scappare questa bella e succosa occasione di confronto con altre realtà e ha iscritto due allieve dei nostri corsi: l’obiettivo non è vincere, ma dare una possibilità di crescita in più a chi sta dimostrando di avere “buona stoffa”!

Il concorso era pensato in due categorie di gara: salato e dolce.
Nella categoria “salato” era necessario presentare un piatto a tema “pasta ripiena dai sapori stagionali”, mentre per la categoria “dolce” si deve presentare un dessert al cucchiaio dal tema “sapori stagionali”. Il regolamento era molto dettagliato e dava la possibilità di partecipare a cuochi professionisti o studenti del settore alberghiero. In 45 minuti le nostre allieve hanno dovuto preparare il piatto pensato insieme ai loro formatori. Al termine del tempo a disposizione i piatti sono stati giudicati da una giuria di 3 chef stellati che hanno valutato i piatti tenendo conto di quattro elementi: esame visivo, esame gustativo ,rispetto delle tecniche professionali e impressione generali.

Giulia Pizzinga della Terza Cucina B ha presentato un piatto salato dal titolo “Tavolozza d’Autunno”, mentre Pamela Lama del Quarto Anno di Tecnico di Cucina si è presentata con un dolce dal nome “Sorpresa del Sottobosco”. Quest’ultima, nonostante concorresse contro allievi di chef stellati, è riuscita a piazzarsi seconda nella sua categoria: complimenti!

Un occhio sul mondo

Al CNOS-FAP di San Benigno, centro di formazione professionale salesiano, si cerca di seminare nei giovani allievi non solo competenze tecniche e nozioni relative all’ambito professionale scelto. Il lavoro più arduo dei formatori è quello di aiutare dei giovani a diventare adulti: provando ad allargare il loro sguardo, a formarsi degli strumenti di analisi critica della realtà, crescere nella consapevolezza di far parte di una comunità e di un mondo che ha bisogno di loro e del loro senso di responsabilità e giustizia.

 Proprio per questo vengono organizzati anche momenti di incontro e confronto con persone che fanno scelte importanti, piccole o grandi, che possano essere da esempio ai ragazzi. Mercoledì 16 ottobre 2019 è stata invitata per questo motivo presso il centro la giovane Sara B., 22 anni, originaria di Mappano, per raccontare la sua esperienza missionaria di volontariato internazionale in Nigeria con i salesiani di Don Bosco. Durante la sua testimonianza alle classi seconde, terze e quarte, Sara ha parlato del Paese conosciuto per 31 giorni nell’agosto di quest’anno: un Paese enorme, molto popoloso, molto diverso a seconda della zona visitata. Un luogo con tante ricchezze come la sua natura, la sua popolazione, il petrolio. Ma anche tante difficoltà come la corruzione, l’enorme disparità tra i pochissimi benestanti e i tanti poveri, o il quasi completo disinteresse dello stato verso i suoi cittadini. Sara ha prestato servizio presso la casa salesiana di Akure, dando una mano durante l’estate ragazzi: sembra banale, ma da quelle parti è un momento per ulteriori approfondimenti e potenziamenti scolastici, per imparare piccoli mestieri utili nella quotidianità come riparare le scarpe o cucinare. “La presenza, lo stare insieme, il dedicare del tempo agli altri è la prima forma di carità, perché stai dando dignità a qualcuno, gli stai dicendo: per me sei importante!”.

La giovane missionaria ha provato a lasciare come messaggio finale i tre doni che si è portata a casa da questa esperienza: apprezzare di più ciò che si ha, la bellezza di vivere con gioia e speranza, la consapevolezza e la bellezza di sapere che entrando in una casa di Don Bosco ci si sente sempre a casa, anche se in Nigeria!

Conoscere e informarsi sono i primi passi per diventare adulti consapevoli e capaci di fare scelte responsabili: Sara, con semplicità ed entusiasmo, è riuscita a far fare qualche passo in questa direzione ai giovani che l’hanno ascoltata. Grazie!