OPEN DAY

Grande affluenza di famiglie nella prima giornata di OPEN DAY del 17 dicembre.

Ancora posti disponibili nei corsi “Operatore della ristorazione” , “Operatore Meccanico“, “Operatore Elettrico“, “Operatore Termoidraulico – impianti energetici“.

Vi aspettiamo numerosi nel prossimo OPEN DAY a partire dalle ore 8.30

DATA

Pubblicato in News

“FORZA VENITE GENTE” Grandi applausi per il musical ispirato a San Francesco messo in scena dai docenti del CNOS-FAP di San Benigno C.se

Galleria

Questa galleria contiene 3 foto.

Grandissimo successo per il musical “Forza Venite Gente”. Tantissimo pubblico ad applaudire gli interpreti nella serata in cui è andato in scena lo spettacolo. Il Teatro Agnelli si è dipinto di colori vivaci e musiche allegre sabato 10 dicembre. Un … Continua a leggere

Pubblicato in News

OPEN DAY

1° Open Day sabato 17 dicembre 2016

2° Open Day sabato 21 gennaio 2017

Ad attendervi gli allievi e i formatori del nostro centro di Formazione Professionale che vi accompagneranno nelle visite guidate nelle aule, nei laboratori e per farvi scoprire la metodologia e le attrezzature messe a disposizione per prepararsi nel modo migliore all’inserimento nel mondo del lavoro.

Oltre a presentare i percorsi tradizionali:

  • Operatore del benessere – acconciatore
  • Operatore della ristorazione – preparazione pasti
  • Operatore della ristorazione – servizi di sala e bar
  • Operatore elettrico
  • Operatore meccanico – costruttore su M.U.

News

Per il prossimo anno formativo abbiamo una grande novità: il percorso triennale OPERATORE TERMOIDRAULICO – IMPIANTI ENERGETICI

VENITE A TROVARCI NUMEROSI !!!

SANBENIGNO_frontSANBENIGNO_retro

Pubblicato in News

IL SISTEMA DUALE FIxO

Articoloarticolo

CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA…
UNA NUOVA PROPOSTA FORMATIVA IN
SINTONIA CON IL MERCATO DEL LAVORO:
L’ESPERIENZA DEL CNOS-FAP DI SAN BENIGNO

Sequenza 03.00_01_00_00.Immagine001Il direttore del centro Carlo Vallero

Grande affluenza di partecipanti al Convegno organizzato dall’Associazione CNOS-FAP REGIONE PIEMONTE Centro di SAN BENIGNO C.SE (TO),  nella serata di Lunedì 28 u.s.

Nomi di spicco i relatori che hanno portato il loro contributo per la buona  riuscita dell’evento a partire dal Sottosegretario di Stato Ministero del lavoro e delle politiche Sociali  Luigi Bobba e dall’Assessore Istruzione, Lavoro e Formazione Regione Piemonte Giovanna Pentenero, ai vari rappresentanti di categoria come Davide Padroni Responsabile Provinciale del CNA settore Unione e Benessere,  Monica Percelsi Presidente Prov.le CNA Settore Estetica, Claudio Marsili Direttore CAMST Piemonte – Liguria – Valle d’Aosta, Francesco Mattioda Titolare d’Hotel e Dimitri Ciaschini Presidente dell’Ass. Direttori d’albergo Pimonte e Valle d’Aosta.

Il tema affrontato, è risultato di grande interesse sia per le famiglie degli allievi in obbligo formativo che già stanno frequentando il corso in sperimentazione, sia per le quasi 70 aziende intervenute all’evento. Il Sistema Duale è uno degli strumenti attuativi del Jobs Act attraverso il quale si intende favorire l’occupabilità dei giovani e la possibilità di conseguire un titolo di studio anche tramite un contratto di apprendistato. L’obiettivo è quello di rilanciare l’apprendistato di primo e terzo livello, ridurre la dispersione scolastica e ampliare l’offerta formativa.

L’attuazione del Sistema Duale può rappresentare un nuovo modo, a disposizione dei giovani, per entrare nel mondo del lavoro e contemporaneamente studiare onde ottenere una qualifica o un diploma professionale. Tale percorso prevede che il giovane acquisisca  delle competenze in parte nel contesto formativo ed in parte direttamente in Azienda, concentrandosi in particolar modo sulle competenze tecnico – professionali. Così facendo la Scuola e l’Azienda contribuiscono in modo sinergico ed in egual misura allo viluppo della professionalità e all’acquisizione di un titolo di studio sia esso la qualifica professionale o il diploma professionale.

Il Direttore del Centro Carlo Vallero e tutti gli operatori del centro sono convinti che questo sistema possa rappresentare un vantaggio reciproco per quegli studenti che possono non “reggere” il sistema tradizionale della IeFP, una cerniera tra scuola e lavoro che vede istituzioni formative e datori di lavoro collaborare fianco a fianco per costruire il successo formativo dei giovani adeguato alle esigenze del mercato del lavoro.

…… E’ iniziata una grande sfida che il CNOS FAP DI SAN BENIGNO C.SE  ha accolto con grande professionalità e determinazione per formare ed educare i giovani non solo professionalmente ma prima di tutto umanamente… Certi,  ancora una volta, di fare un ottimo lavoro!

Sequenza 03.01_34_43_17.Immagine010

Sottosegretario di Stato Ministero del lavoro e delle politiche Sociali  Luigi Bobba

Sequenza 03.01_57_19_11.Immagine011

Assessore Istruzione, Lavoro e Formazione Regione Piemonte Giovanna Pentenero

Pubblicato in News

il Sistema duale FIxO: sperimentazione nei percorsi di apprendistato

La sfida duale è iniziata! Cosa significa in termini concreti SISTEMA DUALE ed a chi si rivolge.

Il CNOS FAPa San Benigno ne da una sua interpretazione alla luce dei percorsi avviati nel convegno che si svolgerà il 28 novembre nei suoi locali in cui presenterà,  i punti salienti di questa sperimentazione.

Il SISTEMA DUALE FIxO
Formazione e innovazione per l’occupazione: il ruolo delle aziende
IMPARARE LAVORANDO IN ITALIA SI PUO’

Lunedì 28 Novembre 2016 – ore 16,00 -18,00
Salone Istituto Salesiano
P.zza Guglielmo da Volpiano n° 2
San Benigno C.se (TO)

Saranno presenti i principali attori di questa Sperimentazione: l’On. Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro, ispiratore e promotore della sperimentazione; l’Assessore alla FP della Regione Piemonte Giovanna Pentenero, che per prima ha voluto metterla in campo; le associazioni e le imprese; gli allievi iscritti e le loro famiglie.

CHE COSA E’ il SISTEMA DUALE
E perché Duale? Duale perché i destinatari, cioè chi ne potrà usufruire, sono sia i giovani in obbligo di istruzione, sia le aziende del territorio che costituiscono la rete che il CFP di San Benigno è stato in grado di costruire in questi anni, ormai quasi 40 di attività formativa sotto la sigla CNOS FAP Piemonte.

Duale perché i giovani sono impegnati in un percorso di formazione ed in quello del lavoro che si devono integrare.

Duale perché le aziende nel contempo formano le risorse umane, secondo le loro precise indicazioni, e ne provano già la validità durante il periodo di apprendistato o di alternanza scuola lavoro all’interno delle officine o dei laboratori dove operano e producono.

Duale perché possono trovare una strada per il loro futuro sia i giovani in uscita dalla terza media e sia i NEET, quelli cioè che non stanno facendo nulla e che difficilmente rientrerebbe in percorso formativo di qualifica professionale.

Duale perché al termine del percorso avranno conseguito il titolo di studio, appunto la qualifica professionale, ed saranno inseriti nel mondo del lavoro.

Tutto questo progetto è importante spiegarlo nei minimi dettagli e con chiarezza alle famiglie, sempre a caccia del diploma di stato per il loro figli, alle aziende del settore che si aspettano una professionalità in uscita dai percorsi formativi, alle quali sarà utile sottolinearne gli aspetti contrattuali.

Duale soprattutto perché bisogna mostrare alle famiglie e alle aziende quali sono le risorse che il CFP mette in campo: dai formatori tecnico pratici a quelli delle aree trasversali che preparano le basi professionali e quelle dei saperi; dai laboratori alle officine fino alle esercitazioni; dal tutor formativo all’orientatore per progettare il percorso con l’azienda, accompagnare al successo formativo l’allievo e fare da collegamento con il tutor aziendale durante tutto il tragitto.

Abbiamo accettato anche la sfida del Sistema Duale FIxO avviando alcuni percorsi di apprendistato con giovani in obbligo di istruzione e vogliamo spiegare alle famiglie e alle aziende del nostro territorio quali sono le risorse che stiamo mettendo in campo e quali sono gli aspetti salienti di questa prima sperimentazione”: queste le parole del direttore del CFP di San Benigno C.se Carlo Vallero nel presentare pubblicamente l’iniziativa.

Scarica qui

Volantino28-11-16

comunicato stampa

 

135 ANNI DI PRESENZA SALESIANA A SAN BENIGNO

Un sogno di don Bosco che rivive quotidianamente 

in un cammino ultracentenario di una delle prime opere aperte da don Bosco.

Il tempo non scalfisce l’originalità di un progetto nato più di un secolo fa ma attuale per i giovani ipertecnologici odierni.

Succedeva il 24 novembre 1878 che il consiglio comunale di San Benigno Canavese approvava la cessione del Palazzo Abbaziale ad un sacerdote Torinese che aveva come missione quella di educare i giovani, formarli cristianamente e umanamente e avviarli ad una professione.

Oggi, la realtà estremamente dinamica del CFP di San Benigno, nei 20.000 metri quadrati a disposizione dell’attività formativa è indirizzata verso una consapevolezza tecnica e multimediale di formazione professionale, non abbandonando però l’originalità del sogno di don Bosco di vedere i nostri giovani seguiti e accompagnati, in una casa che accoglie,  sotto la guida di personale consacrato e laico, tecnicamente preparato e umanamente consapevole del compito affidato dal nostro fondatore.

Questa è la chiave principale della nostra attività con i giovani che frequentano la nostra struttura, per tutto il resto, basta guardarsi attorno… senza smettere di sognare!

 

Da noi trovi: CFP, Scuola Media, Oratorio, Parrocchia.