10 Notebook in comodato d’uso gratuito

I formatori e gli allievi del CNOSFAP di San Benigno si sono salutati il 21 febbraio augurandosi buone feste di carnevale e non si sono più rivisti, così come tanti altri in tutta Italia. Si sono susseguiti momenti di incertezza, notizie a singhiozzo e poi è iniziata la Formazione A Distanza (FAD). Da subito gli allievi del Centro di Formazione Professionale si sono resi disponibili e si sono impegnati nel seguire la nuova tipologia di lezioni proposta dai loro formatori. Ma fin da subito è emerso un problema: la FAD non va sempre nella direzione dell’inclusione sociale. Lezione dopo lezione si è scoperto che il 20% degli allievi si connette a Google Classroom – la piattaforma virtuale scelta dalla scuola – tramite i “giga” inclusi nel proprio abbonamento di telefonia mobile, con il grande rischio di non avere dati sufficienti per arrivare a fine mese. Molti di più, oltre il 50%, non ha a casa un computer o comunque lo deve condividere con altri famigliari impiegati in smart working o altre video lezioni, costringendolo a seguire lezioni e leggere compiti assegnati tramite uno schermo grande 9 o 10 pollici. Ovviamente sono quelli con maggiori difficoltà che stanno pagando il prezzo più alto di questa situazione. Le difficoltà riscontrate negli allievi sono così tante da aver spinto l’Ente CNOSFAP a fare una scelta: destinare alcune risorse proprie per l’acquisto di 10 personal computer portatili da assegnare in comodato d’uso ad altrettante famiglie dei propri allievi. Dopo un bando e una graduatoria, che ha tenuto conto di situazione economica, svantaggio personale, connessione a internet e condotta degli allievi, mercoledì 29 aprile 2020 i 10 pc sono stati consegnati in un territorio che va da Lessolo a Ciriè, da Settimo Torinese a San Giorgio. Partner dell’iniziativa è stata l’Arma dei Carabinieri che ha accettato con entusiasmo di consegnare i computer ai legittimi destinatari. Dato il territorio così grande sono state impegnate nelle consegne la Compagnia di Chivasso, sotto il comando del Capitano Giacolla, la Compagnia di Venaria (Capitano Moschella) e la Compagnia di Ivrea (Ten. Col. Guida). La consegna è stata coordinata dal Maresciallo della Stazione dei Carabinieri di Volpiano Marco Scacco, già collaboratore di tante iniziative del nostro Centro di Formazione Professionale.

Carlo Vallero, Direttore di Centro, ha dichiarato:“Questo, così come altri interventi che verranno messi in atto nel futuro prossimo, vista la convivenza non breve con il virus e quindi il persistere del “distanziamento”, vogliono accompagnare i nostri allievi in questa trasformazione, repentina, dei processi di apprendimento. L’obiettivo è quello di continuare, nel limite del possibile stante la distanza fisica, ad educare con lo stesso stile, sfida impegnativa ma possibile. Tutti noi ci auguriamo che, al più presto, questa modalità “a distanza” lasci spazio alla “normalità”, ovvero al contatto umano non mediato da nessun strumento.”

A questa iniziativa si aggiungono altri strumenti messi in campo nell’ottica di evitare il rischio di abbandono scolastico: telefonate alle famiglie, tutoraggio dei formatori e una linea telefonica dedicata alle necessità degli allievi. Inoltre si cerca anche di portare avanti le attività tipiche della pedagogia salesiana tramite il canale Youtube e la pagina Facebook della scuola, dove vengono inviati agli allievi momenti di “Buongiorno” (riflessioni e pensieri dei formatori) e momenti di gioco interattivo con dirette streaming.

Insomma: cambiano le modalità ma non la passione educativa e l’identità di questa scuola di Don Bosco!

Lettera agli allievi 01/2020

Come preannunciato dal Direttore Vallero nell’ultima puntata de La Rubrica del Direttore, con l’arrivo delle vacanze pasquali arrivano anche importanti novità e modifiche del nostro sistema di Formazione a Distanza.

Per questo, il Direttore ha scritto una lettera indirizzata agli allievi e alle loro famiglie per spiegare le novità e le indicazioni organizzative da leggere.

Potete leggere e scaricare la lettera cliccando qui di seguito:

Lettera allievi – 01/2020

Per comodità vostra, la riportiamo anche qui di seguito:


San Benigno C.se, 3 Aprile 2020

OGGETTO: Lettera agli allievi n 01/2020

Cari/e ragazzi/e,

eccovi alcune indicazioni organizzative con le relative precisazioni in relazione a questo periodo “particolare” in cui l’attività formativa viene erogata a distanza, e che di seguito chiameremo FAD (acronimo di FORMAZIONE A DISTANZA).

TEMPI:

  • Periodo dal 27/02 al 06/03, attività formativa in presenza sospesa per queste ore in cui l’attività FAD non era ancora “attiva”, per mancanza di indicazioni in tal senso, si chiederà un riconoscimento completo delle ore inserite in calendario con relativo riconoscimento della presenza degli allievi;
  • Periodo dal 09/03 al 03/04, attività formativa in presenza sospesa, erogazione FAD, riconoscimento di tutte le ore inserite a calendario. L’ente dimostrerà quali contenuti sono stati erogati agli allievi e con quali modalità sono stati verificati. Verranno riconosciute agli allievi tutte le ore a patto che sia dimostrabile la partecipazione da parte loro ovvero: iscrizione ai Corsi sulla piattaforma Google Classroom, consegna dei compiti assegnati, partecipazione alle video-lezioni, altro.
  • Periodo dal 06/04 al 17/04, attività formativa in presenza sospesa, in questo periodo verrà data a tutti la possibilità di: rivedere i contenuti erogati fino al 03/04, riallinearsi al programma e svolgere eventuali compiti/verifiche non ancora effettuate. I formatori invieranno messaggi specifici ed organizzeranno momenti di incontro virtuale per sostenere e stimolare al meglio il lavoro degli allievi.
  • Periodo dal 20/04 al 22/05, attività formativa in presenza sospesa, erogazione FAD con orario “fisso” e pressoché analogo a quello svolto in presenza. Tale orario vi verrà comunicato settimanalmente o, se le condizioni lo consentiranno, anche per più settimane. In questo periodo inoltre:
  1. Verranno erogati contenuti specifici per la parte di programma dedicata al “laboratorio”; contenuti che, seppur non contestuali, attraverso video in diretta ed esercitazione “virtuali” cercheranno di simulare quanto più possibile le attività che si svolgono nei nostri laboratori;
  2. Verrà attivata una “simulazione stage” ovvero, attraverso la realizzazione di un project-work, si cercherà di far vivere agli allievi, seppur in maniera indiretta o se preferite virtuale, una parte di questa esperienza.

Tutte queste attività saranno guidate dai nostri formatori, che forniranno, attraverso i sistemi fin qui adottati, le necessarie informazioni; saranno inoltre costantemente monitorate dai medesimi per supportare il lavoro individuale.

Verranno riconosciute agli allievi tutte le ore, a patto che sia dimostrabile la partecipazione da parte loro, non solo attraverso l’iscrizione ai Corsi sulla piattaforma Google Classroom, la consegna dei compiti assegnati, la partecipazione alle video-lezioni ed altro, ma anche attraverso la compilazione di un registro presenze per il quale daremo indicazioni in seguito.

  • Dal 25/05 in poi “vedremo”, ovvero, se sarà possibile rientreremo al Centro per completare l’attività in presenza, altrimenti, si proseguirà con l’attività di FAD fino al termine del corso, quindi fino al raggiungimento delle 990 ore.

VALUTAZIONI – ESAMI FINALI:

Tutte le verifiche effettuate nel periodo di erogazione della FAD verranno considerate per determinare le valutazioni da inserire nei prospetti finali, con alcune distinzioni a seconda delle annualità, ovvero:

  • Primi e secondi anni: le valutazioni concorreranno alle medie finali oltre che alla determinazione dei crediti per l’annualità di riferimento. NON saranno ostative, ovvero non pregiudicheranno il passaggio all’annualità successiva, ma gli eventuali debiti dovranno essere recuperati nell’annualità successiva. Ricordo, tuttavia, che per il riconoscimento del periodo occorre dimostrare la frequenza alle attività (iscrizione ai Corsi sulla piattaforma Google Classroom, consegna dei compiti assegnati, partecipazione alle video-lezioni, altro).
  • Terzi e quarti anni: le valutazioni concorreranno alle medie finali oltre che alla determinazione dei crediti per l’annualità di riferimento. Gli ESAMI FINALI saranno, per le informazioni attualmente in nostro possesso, IN PRESENZA, quando i tempi e le autorità preposte consentiranno il rientro (si ipotizza tra fine giungo e fine luglio massimo, per completare il tutto). I corsi in oggetto, prima degli esami, effettueranno un congruo periodo in “presenza” onde prepararsi al meglio per affrontare le prove nelle migliori condizioni possibili.

ALLIEVI CON SOSTEGNO:

  • Per tutti gli allievi “con sostegno” verranno garantite, oltre alle attività normali del corso, un supporto specifico e dedicato, ovvero un formatore a disposizione in maniera esclusiva (rapporto 1:1) per un numero minimo di ore attualmente definito in 2 ore alla settimana (nella speranza di poterle incrementare). In ogni caso si garantisce che tutte le ore di sostegno previste per l’anno in corso verranno erogate entro la fine del corso.

Per ora mi fermo qui.

Altre informazioni specifiche vi verranno inviate entro il 17/04.

Nel frattempo “rimanete agganciati” e BUONA PASQUA a voi e alle vostre famiglie.

La Direzione

ORIENTAMENTO: Salone dell’orientamento a CRESCENTINO

La settimana prossima ci sarà l’ultima tappa del tour dei saloni dell’orientamento sul nostro territorio: Crescentino!

Vi aspettiamo!

SALONI ORIENTAMENTO: Ciriè e Caluso

Prossimi Appuntamenti Orientativi

Continua il tour per l’orientamento dei giovani del nostro territorio che sono in fase di scelta della scuola superiore per il prossimo anno:
 
– giovedì 22 novembre ci troverete a Favria
– sabato 24 novembre a Chivasso
 
Inoltre iniziamo già a segnalare la nostra presenza a Volpiano e Favria la settimana prossima!
 
#sanbe #formazioneprofessionale #orientamento

Sarà un sabato ricco di appuntamenti!

Sabato 17 novembre 2018 sarà sicuramente una giornata ricca di appuntamenti importanti per l’orientamento scolastico dei ragazzi dell’ultimo anno della scuola media e le loro famiglie. Scegliere una strada per il futuro è sempre complicata, ma le idee si possono chiarire visitando e “toccando con mano” ciò che li aspetta in futuro.

Per questo vi invitiamo al 1° dei tre Open Day del nostro centro che si terrà sabato 17 novembre, dalle ore 8.00 alle 13.00. Un’occasione per visitare e vedere con i vostri occhi i nostri allievi all’opera nei laboratori di meccanica, termoidraulica, elettromeccanica, acconciatura, ristorazione, sala bar.

Un’altra possibilità è quella di venirci a trovare al Salone dell’Orientamento Scolastico organizzato dalla Scuola Media di Castellamonte: lì troverete alcuni formatori pronti a guidarvi al meglio nella scelta del percorso formativo più adeguato ai talenti dei vostri figli. Sarà quella l’occasione anche per rispondere ad eventuali dubbi e necessità. Il Salone si svolgerà presso l’Istituto “G.Cresto” in via Trabucco 15, dalle 9.00 alle 13.00.

Vi aspettiamo!

il Sistema duale FIxO: sperimentazione nei percorsi di apprendistato

La sfida duale è iniziata! Cosa significa in termini concreti SISTEMA DUALE ed a chi si rivolge.

Il CNOS FAPa San Benigno ne da una sua interpretazione alla luce dei percorsi avviati nel convegno che si svolgerà il 28 novembre nei suoi locali in cui presenterà,  i punti salienti di questa sperimentazione.

Il SISTEMA DUALE FIxO
Formazione e innovazione per l’occupazione: il ruolo delle aziende
IMPARARE LAVORANDO IN ITALIA SI PUO’

Lunedì 28 Novembre 2016 – ore 16,00 -18,00
Salone Istituto Salesiano
P.zza Guglielmo da Volpiano n° 2
San Benigno C.se (TO)

Saranno presenti i principali attori di questa Sperimentazione: l’On. Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro, ispiratore e promotore della sperimentazione; l’Assessore alla FP della Regione Piemonte Giovanna Pentenero, che per prima ha voluto metterla in campo; le associazioni e le imprese; gli allievi iscritti e le loro famiglie.

CHE COSA E’ il SISTEMA DUALE
E perché Duale? Duale perché i destinatari, cioè chi ne potrà usufruire, sono sia i giovani in obbligo di istruzione, sia le aziende del territorio che costituiscono la rete che il CFP di San Benigno è stato in grado di costruire in questi anni, ormai quasi 40 di attività formativa sotto la sigla CNOS FAP Piemonte.

Duale perché i giovani sono impegnati in un percorso di formazione ed in quello del lavoro che si devono integrare.

Duale perché le aziende nel contempo formano le risorse umane, secondo le loro precise indicazioni, e ne provano già la validità durante il periodo di apprendistato o di alternanza scuola lavoro all’interno delle officine o dei laboratori dove operano e producono.

Duale perché possono trovare una strada per il loro futuro sia i giovani in uscita dalla terza media e sia i NEET, quelli cioè che non stanno facendo nulla e che difficilmente rientrerebbe in percorso formativo di qualifica professionale.

Duale perché al termine del percorso avranno conseguito il titolo di studio, appunto la qualifica professionale, ed saranno inseriti nel mondo del lavoro.

Tutto questo progetto è importante spiegarlo nei minimi dettagli e con chiarezza alle famiglie, sempre a caccia del diploma di stato per il loro figli, alle aziende del settore che si aspettano una professionalità in uscita dai percorsi formativi, alle quali sarà utile sottolinearne gli aspetti contrattuali.

Duale soprattutto perché bisogna mostrare alle famiglie e alle aziende quali sono le risorse che il CFP mette in campo: dai formatori tecnico pratici a quelli delle aree trasversali che preparano le basi professionali e quelle dei saperi; dai laboratori alle officine fino alle esercitazioni; dal tutor formativo all’orientatore per progettare il percorso con l’azienda, accompagnare al successo formativo l’allievo e fare da collegamento con il tutor aziendale durante tutto il tragitto.

Abbiamo accettato anche la sfida del Sistema Duale FIxO avviando alcuni percorsi di apprendistato con giovani in obbligo di istruzione e vogliamo spiegare alle famiglie e alle aziende del nostro territorio quali sono le risorse che stiamo mettendo in campo e quali sono gli aspetti salienti di questa prima sperimentazione”: queste le parole del direttore del CFP di San Benigno C.se Carlo Vallero nel presentare pubblicamente l’iniziativa.

Scarica qui

Volantino28-11-16

comunicato stampa